Premio al miglior judoka ricinese 2008
01.02.09

Bellinzona ha fatto da cornice alla giornata di premiazione dei migliori judokas ticinesi della stagione agonistica appena conclusa.

Stephanie Cardone del Shung-Do-Kwan Bellinzona ed Elia Guzzi del Do Yu Kai Chiasso hanno ottenuto il riconoscimento più importante dell’Associazione Ticinese di Judo (ATJB). Cardone, più volte premiata in passato per i cinque titoli nazionali conquistati, ha dimostrato anche lo scorso anno di poter competere con le migliori atlete rossocrociate ottenendo la medaglia di bronzo nella categoria donne élite fino a 52kg.

 

Un anno eccezionale è stato inoltre quello di Elia Guzzi, quadro nazionale, che grazie agli importanti risultati conquistati in campo internazionale ha ottenuto la qualifica per partecipare ai campionati europei giovanili di Sarajevo dove si è onorevolmente difeso. A novembre ha poi coronato un anno di successi ottenendo l’oro nei cadetti (Under 17) fino a 73kg ed il bronzo nella categoria juniores.

 

Un premio è stato inoltre attribuito alle promesse del judo ticinese Gilda Borasio del Do Yu Kai Chiasso e Luca Wyler del Judo Budo Club Bellinzona. Borasio è stata premiata per gli ottimi risultati ottenuti durante la stagione agonistica e soprattutto per il bronzo conquistato alla sua prima partecipazione ai campionati assoluti. Wyler è stato invece premiato come esempio di impegno e tenacia dimostrati in seguito ad un brutto infortunio che l’hanno portato sul gradino più alto del podio dei campionati svizzeri nella categoria Under 17 oltre 73kg.

 

A partire dal 2007 l’ATJB ha inoltre deciso di conferire un riconoscimento ai migliori Under 14 del Cantone che quest’anno è stato consegnato a Ljubica Markovska del Judo Budo Club Lugano e Leonardo Battistoni del Judo Zen Pregassona. Entrambi i giovani atleti hanno partecipato a numerosi tornei dove si sono spesso messi in evidenza per il loro spirito agonistico ed un’ottima capacità tecnica.

..
 

© ATJB 2010 – www.atjb.ch – Realizzazione sito – Pagina contatto – Stampa la pagina